Pillola abortiva RU486 in Italia

Pillola abortiva RU486 è arrivata anche in Italia: ma come funziona?

Ormai  la pillola RU486, ossia la pillola che permette l’ aborto volontario farmacologico, è arrivata anche in Italia. Ma cosa ne sappiamo veramente? Questo articolo vuole dare, a titolo puramente informativo, alcune delucidazioni in merito.

RU486

Cos’è la pillola RU486 ?

E’ un farmaco, il mifepristone (uno steroide sintetico), utilizzato per l’aborto chimico nei primi due mesi della gravidanza, evitando così alla donna un intervento chirurgico. La RU486 ha il compito di bloccare il progesterone e di conseguenza la gravidanza. E’ una pratica, questa, che va eseguita sotto stretto controllo medico e in strutture idonee, quali gli ospedali.

Quando e dove può essere somministrata?

ospedaleLa somministrazione della pillola RU486 deve avvenire solo ed esclusivamente in ambito ospedaliero (così come previsto dall’articolo 8 della legge), proprio “nel rigoroso rispetto della legge 194 e secondo un preciso protocollo clinico”, concordato tra i professionisti del Servizio Sanitario, che definisce il percorso assistenziale e le procedure per il consenso informato. La pillola non può essere acquistata in farmacia, né presa a casa propria.


Leggi anche: Rocco Casalino racconta la sua sofferenza

Possibilità di sceltra tra intervento chirurgico e pillola RU486

Oggi le donne italiane che decidono di interrompere la gravidanza possono scegliere fra due procedure: quella tradizionale, che prevede il ricovero, l’anestesia e l’intervento da effettuare entro le 12 settimane di gestazione, e quella farmacologica, che consiste nella somministrazione della pillola RU486 a base di mifepristone, entro sette settimane di gravidanza.

Procedura: assunzione della pillola RU486

pillola

Si procede secondo un preciso protocollo che prevede, in primis, un’ ecografia, che accerti che la gravidanza sia  inferiore a sette settimane. Solo in tal caso si dà il via al ricovero ospedaliero e all’assunzione della pillola RU486. Nella maggior parte dei casi (il 70% circa), l’ aborto farmacologico avviene entro 4 ore dall’ assunzione della prima pillola, mentre nel restante 30% l’ aborto avviene entro le 24 ore. Dopo 24, massimo 36 ore, viene somministrata la prostaglandina, una sostanza che stimola le contrazioni uterine per favorire l ‘espulsione dell’ embrione. Durante questo tempo, la donna deve rimanere in ospedale, sotto osservazione. Una volta dimesse, circa 10-14 giorni dopo, bisogna tornare in ospedale per un controllo.

Effetti collaterali

Sono stati riscontrati nelle pazienti che hann assunto l’RU486 i seguenti effetti collaterali:

– dolori addominali;
– nausea;
– diarrea;
– emorragie per un periodo in media di 8-10 giorni.

La pillola RU486 v.s. la pillola del giorno dopo

pillola giorno dopo

Molte persone tendono ancora a confondere le due pillole. In realtà, la pillola abortiva RU486 è un farmaco che, tramite un meccanismo inibitorio sugli ormoni, arresta una gravidanza già in corso alla settima settimana di gestazione. La “pillola del giorno dopo” invece impedisce, se presa entro 72 da un rapporto “a rischio”, la fecondazione dell’ ovulo da parte dello spermatozoo o, se questa è già avvenuta, l’ impianto dell’embrione.


Potrebbe interessarti: Simona Ventura torna in tv

Pillola RU486: controindicazioni

La pillola RU486 non può essere somministrata:

1- in pazienti che presentino allergia nota al mifepristone, insufficienza surrenalica, disordini emorragici, o che siano in terapia con anticoagulanti o cortisonici;
2- oltre le 7 settimane di gravidanza;
3- in caso di gravidanza extra-uterina;
4- ipertensione arteriosa, angor, sindrome di Raynaud, insufficienza cardiaca e aritmia.

N.B. Sottolineamo che qualunque informazione presente su questo sito NON COSTITUISCE un consulto medico.

Massimiliano Grimaldi
  • Laurea in Scienze della Comunicazione
  • Master in Media Relations presso la Business School del Sole 24 Ore di Milano
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Lazio, elenco Professionisti (08-03-2005)
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica