Salmone in gravidanza


salmone gravidanza

Si può mangiare salmone in gravidanza? Ecco svelato quanto salmone si può mangiare in dolce attesa
Alcuni ricercatori spagnoli dell’Università di Granada, dopo aver pubblicato uno studio intitolato “The Salmon In Pregnancy Studio”, hanno confermato che questo tipo di alimento è un ottimo alimento per la dieta delle donne in dolce attesa, per il loro organismo così come per la salute del feto.

Il salmone fa male in gravidanza?

La ricerca spagnola ha infatti dimostrato che il salmone è un degno contenitore di Omega-3, ovvero quegli acidi grassi essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo umano.

salmone in gravidanza

Lo studio è stato effettuato su un campione di due gruppi di donne incinta, tutte accomunate da un’alimentazione ed una dieta prive di pesce.

Mentre un gruppo è stato messo sotto controllo continuando a seguire le abitudini della tavola quotidiane, la parte restante di donne ha iniziato invece ad assumere due porzioni di salmone a settimana, partendo dal quinto mese di gravidanza per poi proseguire fino al momento della nascita del bambino.

Quante volte si può mangiare il salmone in gravidanza?

Così, grazie ad analisi puntuali effettuate durante il periodo della ricerca, la ricerca spagnola ha dimostrato che, con un’alimentazione adeguata e che includa il salmone circa due volte a settimana, la donna e lo stesso feto raggiungono livelli notevoli di Omega-3, migliorando così le difese antiossidanti di madre e bambino.

Una scoperta che sicuramente sarà d’aiuto a tante donne in dolce attesa che desiderano un’alimentazione corretta e soprattutto salutare per sé e per il bimbo che porta in grembo.

Dunque via libera al salmone (senza eccessi però, mi raccomando!) e soprattutto all’Omega-3!


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta