Svezzamento quando introdurre uovo


Svezzamento: quando introdurre l’uovo nella dieta dei bambini. Quando introdurre il tuorlo e l’albume? A che mese inserire l’uovo nella minestrina?
svezzamento uova

L’uovo è un alimento importante nella dieta dei grandi e dei bambini perché molto nutriente e digeribile.
Il tuorlo d’uovo è ricco di grassi, proteine, ferro, fosforo, calcio e vitamine A,D, e B. L’albume invece è privo di grassi ma contiene tutti gli aminoacidi essenziali. Inoltre l’uovo è ricco di grassi insaturi, ovvero quelli “buoni” ed è, quindi, molto saziante.

uova svezzamento

 

Purtroppo l’allergia all’uovo è molto diffusa ed è tra le maggiori cause della comparsa di dermatiti atopiche nei neonati e di malattie infiammatorie della pelle.
Il tuorlo e l’albume oltre ad essere differenti nell’apporto di sostanze nutritive, hanno effetti allergizzanti diversi nell’organismo dei bambini.


Quando e come svezzare con l’uovo

Proprio per questo l’introduzione dell’uovo nello svezzamento dei neonati, si divide sempre in due fasi:.

Tuorlo nello svezzamento

tuorlo uovo svezzamento

Si inizia obbligatoriamente con il rosso dell’uovo: verso il 9 mese andremo a inserire il tuorlo nella dieta del bambino iniziando con piccole quantità aggiunto alla minestra, fino ad arrivare al tuorlo intero al posto della carne, una volta a settimana.

Albume nello svezzamento

In un secondo momento andremo a introdurre l’albume, proprio perché è la parte più allergizzante e quindi a rischio, che andrà introdotto dopo l’anno di età, quando il bambino sarà pronto per gustare finalmente il suo primo uovo intero.

quando dare uovo nello svezzamento

Perché l’uovo può essere pericoloso nello svezzamento?

Ma perché l’uovo può essere pericoloso per il bambino?

Effetti allergici dell’uovo nei neonati

Il  tuorlo dell’uovo possiede alcune proteine che possono provocare delle reazioni come pericolose quali

  • sinusite
  • asma
  • diarrea
  • orticaria
  • gonfiori alla gola

Cosa fare se il bambino è allergico all’uovo

Le reazioni allergiche possono essere anche molto violente e severe: se il bambino dimostra di essere allergico all’uovo, oltre a consultare subito il pediatra, è bene eliminare dalla sua dieta ogni alimento che contenga parti di uova (sia dolce che salato).

I genitori e chi si occupa del bambino doranno prestare molta attenzione alla lettura degli ingredienti ogni volta che offrirà al piccolo un alimento confezionato: dalle merendine ai biscotti, fino ad arrivare ai cibi salati e dolciumi vari.

Oltre a ciò è comunque consigliabile far consumare l’uovo ai bambini non più di una volta alla settimana, perché contiene anche molto colesterolo.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta