Matrimonio: come celebrare le nozze all’alba

Giulia Marinangeli
  • Esperta in matrimoni e ricevimenti

Pochi invitati, città deserta e brezza frizzante delle prime ore del giorno: celebrare le proprie nozze all’alba è una scelta a dir poco magica: non molto diffusa come scelta, per ovvie ragioni, a causa della levataccia, riserva però per gli audaci un ricordo davvero speciale.

Matrimonio: celebrare le nozze all’alba

L’alba è uno dei momenti della giornata più poetici in assoluto. Un orario complesso, a causa della levataccia necessaria per potervi assistere, ma celebrare un matrimonio in questo momento della giornata è un’esperienza davvero magica che vale la pena di essere quanto meno presa in considerazione.

La poesia del matrimonio all’alba è dato fondamentalmente da due elementi: il primo, perché la luce del giorno coi primi bagliori del sole è davvero speciale e inonda tutto di magia; il secondo perché l’atmosfera del momento, probabilmente pochi invitati, la città deserta e l’assenza quasi totale di rumori, fa sembrare questa tipologia di nozze un evento in gran segreto, come nei film e nei grandi romanzi d’amore.

Cerimonia all’alba: i vantaggi

Matrimonio: celebrare le nozze all’alba

Gli aspetti più belli di un matrimonio all’alba sono sicuramente la luce e l’atmosfera: l’alba è un momento della giornata che raramente viene vissuto dalle persone. È infatti un orario in cui di frequente si dorme ancora, o comunque ci si inizia a svegliare per dirigersi al posto di lavoro.

In questo caso cambia tutto, ci si sveglia di notte per prendere poi parte ad un evento che simbolicamente, proprio come il sorgere del sole, rimanda all’inizio di una nuova vita.

Senza considerare che la luce dell’alba è davvero speciale: delicata e molto tenue, rischiara tutto e trasforma il momento in un ricordo unico.

Presumibilmente, un matrimonio celebrato all’alba non prevede la presenza di molti invitati, e il celebrarlo lontano dagli occhi della città, indiscreti o meno, lo fa sembrare un rito speciale, segreto, quasi magico.

Cerimonia all’alba: gli svantaggi

Matrimonio: celebrare le nozze all’alba

Come prevedibile, la cerimonia nuziale celebrata all’alba ha un grande rischio: quello che gli invitati non riescano a svegliarsi per prendere parte alla cerimonia, problema però ovviabile anticipando la cerimonia con una veglia a cui parteciperanno sposi e invitati.

L’altro problema è che l’alba non è godibile in tutti i momenti dell’anno: in inverno le prime ore del giorno sono ancora molto fredde. Meglio dunque che si scelga l’estate per questo tipo di nozze, che potranno proseguire dopo la cerimonia con due banchetti nuziali: una colazione e con un pranzo.