Matrimonio: come scegliere la musica per il ricevimento?

Giulia Marinangeli
  • Esperta in matrimoni e ricevimenti

Uno degli aspetti più importanti del ricevimento di nozze, è senza dubbio la selezione musicale: da questa dipenderà l’atmosfera, il divertimento e quindi la riuscita dell’intrattenimento degli ospiti, ma come capire quando si tratta della scelta giusta? Ecco alcuni consigli per non sbagliare playlist nel giorno delle nozze.

Matrimonio: come scegliere la musica per il ricevimento?

Durante il ricevimento di nozze è molto importante intrattenere gli ospiti con della musica. Che sia in sottofondo durante il banchetto, o con una band o un dj durante i festeggiamenti, la selezione musicale è fondamentale. Da questa dipenderà l’atmosfera della festa e la capacità di entusiasmare, emozionare e far divertire gli invitati.

Per queste ragioni è molto importante non sbagliare la scelta della musica durante il ricevimento nuziale, per evitare che gli invitati non si sentano coinvolti e che quindi non apprezzino l’intrattenimento, smorzando così il clima di festa.

Che genere musicale scegliere?

Matrimonio: come scegliere la musica per il ricevimento?

 

La prima domanda che ci si pone pensando a quale musica scegliere per il ricevimento è a quale genere affidarsi, e se affidarsi ad una playlist, ad una band, ad un dj.

Non c’è per forza una sola risposta, e la soluzione migliore, solitamente è quella di gestire la musica a seconda dei momenti.

Durante il banchetto infatti, l’ideale solitamente è una musica di sottofondo, così che crei atmosfera ma permettendo ugualmente agli invitati di conversare e di godersi le portate.

Nel caso di musica dal vivo, spesso viene prediletta la musica classica o un sottofondo di strumenti. Nel caso di playlist, allora il genere può spaziare di più, ma sempre attraversando musiche che non invadano la conversazione e la convivialità.

Dopo il banchetto: la musica per divertire gli ospiti

Matrimonio: come scegliere la musica per il ricevimento?

Una volta concluse le portate, si aprono le danze. Solitamente è in questo momento che gli sposi inaugurano la pista con il loro momento per il ballo. In questo caso, la coppia sceglierà una canzone significativa per loro che potrà essere eseguita dal vivo o semplicemente riprodotta.

Dopodiché: arriva il momento di far divertire gli ospiti: a questo punto la scelta si divide in band o dj. La decisione finale dipenderà soprattutto dal gusto degli sposi, ma l’importante è coinvolgere gli invitati per fare in modo che si godano la pista da ballo il più possibile.

È fondamentale quindi che ci sia musica che permetta di ballare e di intrattenere i presenti, indipendentemente che si tratti di una playlist o di musica dal vivo. L’importante è cercare di incontrare un gusto più trasversale possibile, così da riuscire a coinvolgere tutti e a farli divertire.