Matrimonio: come suddividere le spese?

Secondo la tradizione per dividere le spese di un matrimonio andrebbero seguite determinate regole. Oggi le cose sono diverse e decisamente più elastiche ma vediamo insieme cosa dovrebbe pagare la famiglia dello sposo e cosa quella della sposa! 

Schermata 2021-06-11 alle 13.48.58

Al giorno d’oggi non si può più parlare di “regole” in merito al matrimonio. Il momento delle nozze, infatti, ormai si è distaccato parecchio dai dettami imposti dalla tradizione o dalle credenze popolari.

Alcune coppie, però, ci tengono a fare le cose “per bene” e a rispettare quei precetti non scritti che fanno parte del background culturale italiano.

Vediamo allora insieme quali sono le spese principali da affrontare per convolare a nozze e chi, secondo appunto la tradizione, dovrebbe occuparsene!

Inviti, torta, location: chi paga?

Schermata 2021-06-11 alle 13.49.39

In passato le rispettive famiglie degli sposi investivano molti soldi nel matrimonio dei figli, aiutandoli economicamente per far si che il loro girono fosse più speciale possibile. Oggi, invece, capita sempre più spesso che sia la coppia stessa a coprire tutte le spese previste per la cerimonia che li legherà per tutta la vita.


Leggi anche: Un Posto al Sole, Sofia Piccirillo l’intervista: “Io e Bianca, così diverse ma così simili”

Secondo la tradizione, però, la suddivisione dei costi vuole che la famiglia della donna si occupi di cose come il corredo di casa, le partecipazioni, gli inviti, le bomboniere e i confetti.

Sempre a loro, poi, dovrebbe andare il costo di addobbi floreali, fotografie e video, musica, abito della sposa e di damigelle e eventuali paggetti. L’usanza prevede anche che allo sposo venga fatto un regalo per “ricambiare” l’anello di fidanzamento.

Di quest’ultimo, infatti, si occupa la famiglia dell’uomo, così come delle fedi, del bouquet e dei fiori all’occhiello dei testimoni.

I genitori dello sposo, poi, dovrebbero anche provvedere a pagare l’auto per gli sposi, il viaggio di nozze e la casa dove la coppia andrà a vivere.

Come già detto si tratta di semplici tradizioni che, oggi, non sono più così radicate. Le famiglie, infatti, ormai partecipano alle nozze secondo le proprie disponibilità, mettendo così fine alla pratica di prendere prestiti e mutui per organizzare le nozze dei figli!

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica