Matrimonio, gli errori degli invitati: cosa non fare

Giulia Marinangeli
  • Diplomata in scuola di traduzione

Il matrimonio è un rito ricco di regole legate a tradizioni estremamente longeve a cui devono attenersi non solo gli sposi, ma anche gli invitati. Oltre alle diverse regole da seguire, l’etichetta nuziale indica anche diversi errori da non commettere per nessuna ragione al mondo.

(18 aprile) 11:45 – Matrimonio, gli errori degli invitati: cosa non fare

 

Il matrimonio ha moltissime regole da seguire, sia per quanto riguarda gli sposi, sia per quanto riguarda gli invitati. L’etichetta in fatto di nozze dispone di moltissime indicazioni da seguire per evitare di commettere passi falsi quando si viene invitati al matrimonio di amici e parenti.

A tale proposito, esistono anche moltissimi divieti assolutamente inviolabili sia per il momento della cerimonia, che per il resto del ricevimento. Ecco quindi alcuni consigli per non sbagliare mai ed essere l’invitato modello alle nozze delle persone a voi più care.

Vietato fare tardi

(18 aprile) 11:45 – Matrimonio, gli errori degli invitati: cosa non fare

Il primo divieto è sicuramente il più importante a cui attenersi: vietato arrivare in ritardo. Nel giorno del matrimonio soltanto a una persona è concesso di arrivare in ritardo e si tratta della sposa.

Il resto dei presenti sono pregati, se non obbligati, ad arrivare in orario, o meglio, in anticipo, per evitare contrattempi.

Sarebbe imperdonabile arrivare in chiesa o nel luogo della cerimonia quando gli sposi sono già pronti per scambiarsi le fedi.

I colori off limits

(18 aprile) 11:45 – Matrimonio, gli errori degli invitati: cosa non fare

Da tenere a mente anche che gli invitati alle nozze hanno quattro colori assolutamente vietati da indossare per questa occasione. Si tratta del bianco, del nero, del rosso e del viola.

Il bianco, va da sé, è vietato perché è il colore della sposa. Solo l’abito nuziale infatti deve essere di questo colore. Il nero è vietato perché è il colore del lutto, quindi sarebbe di cattivo auspicio per la riuscita delle nozze.

Il rosso viene considerato un colore troppo vistoso e per alcuni anche il simbolo cromatico della passione carnale. Sarebbe quindi fuori luogo se tra gli invitati spiccasse qualcuno in rosso, molto più in vista del bianco della sposa.

Il viola è vietato per una credenza dalle origini antichissime. Questo colore infatti viene considerato un “porta sfortuna”. Essendo il colore della quaresima, rappresenta da secoli il periodo dell’anno in cui in antichità le rappresentazioni teatrali e i festeggiamenti erano vietati.

Vietato lamentarsi

(18 aprile) 11:45 – Matrimonio, gli errori degli invitati: cosa non fare

Se c’è un atteggiamento insopportabile durante il giorno delle nozze è sicuramente quello assunto dagli invitati che si lamentano per qualunque cosa.

Si tratta di un giorno di festa per il quale, quasi sicuramente, gli sposi avranno fatto tutto il possibile per accogliere al meglio i propri invitati: siate gentili e pensate piuttosto a celebrare il coronamento di un amore insieme agli sposi, anziché lamentarvi del menu o della scelta della location.