Matrimonio: la coroncina di fiori, un accessorio molto antico

Giulia Marinangeli
  • Esperta in matrimoni e ricevimenti

La coroncina di fiori sul capo della sposa è un accessorio che negli ultimi anni è tornato tra le tendenze più amate in fatto di acconciature. La sua origine però è antichissima: risale ai tempi dell’antica Roma. Ecco la storia di uno degli accessori più amati dalle spose per il grande giorno.

Matrimonio: la coroncina di fiori: un accessorio molto antico

La coroncina di fiori è uno degli accessori più amati dalle spose degli ultimi anni in fatto di acconciature. Si tratta di fiori intrecciati tra loro che vanno a formare una vera e propria corona che la sposa posiziona poi sul proprio capo, lasciando, nella gran parte dei casi, i capelli sciolti che ricadono lungo spalle e schiena.

Le origini della coroncina di fiori sono antichissime: risalgono addirittura ai tempi degli antichi romani, quando questo accessorio veniva posto su di un velo di colore arancio.

Il flammeum: il velo delle spose romane

Matrimonio: la coroncina di fiori: un accessorio molto antico

La corona di fiori che oggi le spose amano indossare, cingendosi il capo e lasciando la chioma ricadere lungo le spalle, ha un’origine che risale al tempo degli antichi romani.

La sposa latina infatti indossava sul capo un velo dal colore rosso-arancio, detto flammeum, proprio per il colore.

Questo velo veniva fermato sulla testa da una coroncina fatta di erbe intrecciate, che all’inizio erano maggiorana e verbena, ma che poi sono state sostituite in età imperiale da mirto e fiori d’arancio, la prima, pianta sacra a Venere, i secondi a Giove ed Era.

Le declinazioni contemporanee della corona di fiori

Matrimonio: la coroncina di fiori: un accessorio molto antico

Con il passare dei secoli questo accessorio ha perso il suo significato iniziale, diventando una semplice componente di un’acconciatura, seppure tra le più amate dalle spose.

Soprattutto non si usa più il mirto intrecciato ai fiori d’arancio: ormai i fiori vengono scelti in base all’abito e seguono sempre l’assortimento del bouquet della sposa, così da creare un coordinato.

Ci sono moltissime tipologie di coroncine, a volte anche non più di fiori: dei veri e propri gioielli da porre sul capo.