Matrimonio: quali errori evitare quando si viene invitati?

Giulia Marinangeli
  • Diplomata in scuola di traduzione

Per il giorno delle nozze, ci sono diverse regole a cui gli sposi dovranno attenersi per ottenere una migliore riuscita della cerimonia e del ricevimento, ma anche gli invitati hanno un codice ben preciso da rispettare, per evitare di essere fuori luogo in un giorno così importante. Quali errori è meglio evitare di commettere quando si prende parte alle nozze di amici e parenti? Ecco alcuni consigli.

18:30 – Matrimonio: quali errori evitare quando si viene invitati?

Che siano formali o informali, le celebrazioni delle nozze hanno sempre delle regole alla base a cui dovranno attenersi sia gli sposi che gli invitati.

È previsto infatti un codice di comportamento che è sempre bene conoscere, così che quando si prende parte ad un ricevimento nuziale, l’occasione non ci trovi impreparati e sapremo quindi agire secondo il criterio richiesto.

Come è possibile immaginare, le regole da rispettare in occasione di un matrimonio possono cambiare a seconda della cultura, del Paese o della religione a cui il rito nuziale appartiene, in questo caso le tipologie di matrimonio a cui si fa riferimento sono quella civile italiana e quella cattolica.

Rispettare il dress code

18:30 – Matrimonio: quali errori evitare quando si viene invitati?

Prima di ogni cosa, quando si riceve un invito di nozze, che sia soltanto per la cerimonia o anche per il ricevimento, è bene sincerarsi se ci sia uno specifico dress code richiesto dagli sposi.

Solitamente è scritto nell’invito: cravatta nera, abito lungo, cravatta bianca… sono solo alcune delle parole chiave utilizzate universalmente per specificare nelle partecipazioni, non solo di nozze, che ci si aspetta un certo tipo di abbigliamento verso chi prenderà parte all’evento.

Non solo, gli sposi potrebbero decidere di organizzare un ricevimento a tema, in maschera, o di richiedere un abbigliamento di un colore ben preciso: sarà loro premura quindi specificarlo, e vostra rispettare le richieste dei festeggiati.

Oltre al dress code, è importante anche sapere che in occasione di un matrimonio cattolico o civile, in Italia ci sono quattro colori da evitare sempre: il bianco (solo la sposa potrà indossare questo colore), il nero (è considerato colore di lutto), il viola (viene ritenuto di cattivo auspicio) e il rosso (considerato eccessivamente vistoso, rischiando di mettere in ombra la sposa).

Rispondere sempre all’invito

18:30 – Matrimonio: quali errori evitare quando si viene invitati?

Organizzare un matrimonio, soprattutto se gli invitati sono particolarmente numerosi, è sempre molto impegnativo e richiede molto tempo.

È molto importante quindi che la propria partecipazione alle nozze venga comunicata agli sposi con sufficiente anticipo affinché la risposta agli inviti non rallenti l’organizzazione e non scombussoli la pianificazione dei posti a tavola e dell’organizzazione del menu.

Di solito quindi, è altamente consigliato rispondere ad un invito di nozze nel minor tempo possibile. A meno che non si aspetti di avere la certezza di potervi prendere parte, a distanza di pochi giorni dall’avere ricevuto l’invito di nozze è già indicato rispondere.

Comunicare allergie, intolleranze o diete specifiche

18:30 – Matrimonio: quali errori evitare quando si viene invitati?

Oltre a rispondere con ampio anticipo alle partecipazioni, è molto importante comunicare anche eventuali abitudini alimentari personali che comportino una preparazione di piatti ben specifici.

Se si è vegetariani, vegani, se si hanno intolleranzeallergie o altro, è sempre importante comunicarlo insieme alla propria partecipazione al ricevimento. Proprio per evitare di intralciare nelle tempistiche organizzative, è bene che anche questo dettaglio venga riferito con largo anticipo, così da non cogliere impreparati gli addetti al menu nuziale.

Consegnare il regalo in anticipo

18:30 – Matrimonio: quali errori evitare quando si viene invitati?

Il giorno del matrimonio è un momento in cui gli sposi hanno poco tempo a disposizione da concedere ad un singolo ospite, soprattutto se si tratta di un ricevimento con molti invitati.

Difficilmente quindi i festeggiati avrebbero tempo da dedicare ai regali che si ricevono, dovendo rivolgere le proprie attenzioni a tutti i partecipanti al loro grande giorno.

Per dare giusta rilevanza al regalo che abbiamo deciso di fare agli sposi, è bene che lo si consegni nei giorni precedenti alle nozze, quando le tempistiche organizzative non si sono ancora fatte frenetiche in vista della cerimonia.

Inoltre, se invece di una lista di nozze il regalo richiesto dagli sposi agli invitati è una quota per la luna di miele, si eviterebbe di costringere i festeggiati ad anticipare una cospicua somma di denaro all’agenzia di viaggi in attesa di ricevere il contributo degli invitati.