Carlo d’Inghilterra Re… ma solo in ecologia e riciclo

12/10/2020

L’erede al trono inglese, il principe Carlo, è uno strenuo difensore dell’ambiente. Lo dimostra con molte iniziative e con scelte nello stile di vita. Dagli anni ’80, per esempio, per evitare sprechi, il primogenito di Elisabetta II e Filippo continua a indossare la stessa giacca e lo stesso cappotto più volte sistemati con ago e filo. 

Prince-Charles-HP-GQ-04Dec15-rex-b

Il principe Carlo è un convinto ambientalista da anni. Questo suo ideale si traduce anche in uno stile di vita ecologico, all’insegna del risparmio e del riciclo. Non ci credete?

Carlo d’Inghilterra, la moda e l’ecologia

prince-charles-coat-t


Leggi anche: Carlo d’Inghilterra ridicolo: 2 figuracce clamorose

Un esempio su tutti. Il primogenito di Elisabetta II e Filippo, 72 anni il 14 novembre, indossa la stessa giacca dagli anni ’80, proprio per evitare sprechi e tutelare l’ambiente. Perché avere centinaia di capispalla quando se ne possono tenere uno o due in ottimo stato (e di pregiata qualità in partenza), da riutilizzare?

In molte le foto ufficiali del Principe degli ultimi 40 anni, infatti, si nota Carlo indossare un cappotto color cammello o una giacca di tweed marrone a doppiopetto, entrambi risalenti a quattro decadi fa.

Stando a quanto riporta il magazine inglese “Hello!”, il principe li ha fatti rammendare e adattare nel corso del tempo, facendo la stessa cosa anche per i soprabiti, per le scarpe, per i completi e per ogni altro capo d’abbigliamento.

Il principe Carlo difende l’ambiente

aa-50

L’impegno del principe di Galles nel sostenere la moda ecologica si è visto anche in altre occasioni. Alla London Fashion Week di settembre 2019, infatti, il padre di William e Harry ha collaborato con i designer più ecosostenibili e offerto le materie prime presenti nei giardini reali della sua tenuta reale di Highgrove per la fare tessuti sostenibili per una collezione di abiti.

Nel 2010 ha fondato la Campaign for Wool, un’associazione che unisce fattorie, manifatture tessili, stilisti, fashion designer e artigiani di tutto il mondo accomunati da un unico scopo: produrre capi in lana di qualità nel pieno rispetto della sostenibilità e della tutela dll’ecosistema e degli animali.


Potrebbe interessarti: Il principe William: 50 milioni di sterline per l’ambiente

Forse Carlo non diventerà mai sovrano del tutto, ma reggente. Tuttavia, per quanto riguarda la difesa dell’ambiente, si è dimostrato un vero e proprio re.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica