Truffa Siae: Albano sotto ricatto

23/10/2021

Negli ultimi giorni i sistemi informatici della Siae hanno subito un attacco hacker molto grave. Dati sensibili sono stati diffusi sul web e, tra i file sottratti, ce ne sono alcuni che riguardano anche Albano. Il cantante è stato ricattato via mail: avrebbe potuto riavere i dati sottratti solo dietro il pagamento di una somma di denaro. 

Albano-Carrisi

Negli ultimi giorni si è verificata una situazione molto complicata per la Siae. I sistemi informatici sono stati attaccati da un hacker, individuato in un indirizzo IP russo, che ha sottratto una serie di dati, anche sensibili. Per questo è dovuta intervenire anche l’Europol. Anche se i tecnici si sono subito messi al lavoro per cercare di porre un rimedio a tutto ciò, gli hacker si sono già mossi.

Tra i dati sottratti dalla Siae, infatti, ci sarebbero anche quelli di famosi cantanti come Samuele Bersani e Albano. Quest’ultimo, in particolare, ha rivelato di essere già stato contattato via mail: a quanto ammonta la cifra richiesta per riuscire a recuperare quei dati?


Leggi anche: Tra Albano e la Lecciso scoppia di nuovo l’amore

Albano: ricattato via mail

Albano-Carrisi

A rivelare quanto accaduto è stato Albano in persona, che ha confessato di non aver mai avuto nessuna intenzione di cedere al ricatto. Il cantante, infatti, ha raccontato che è stato contattato qualche giorno fa e ha rischiato di cadere nel tranello che i truffatori gli stavano facendo:

“Sono stato ricattato dieci giorni fa via mail da qualcuno che mi chiedeva gli estremi della carta perché c’erano stati dei problemi con i miei dati della Siae. Non sono caduto nel tranello e ho fatto bene a non cedere al ricatto: con me non la scampano”.

Secondo una prima ricostruzione fatta dalla procura di Roma, gli hacker avrebbero chiesto un riscatto pari a 10mila euro per non diffondere i dati che sono stati sottratti alla Siae. Non solo, circa 3 milioni di bitcoin, invece, sarebbero stati richiesti proprio alla Siae per recuperare tutti i file finiti delle mani dell’hacker russo.

Ilaria Bucataio
Suggerisci una modifica