Cucina orientale: pregi e difetti per la salute


Punti di forza e di debolezza della cucina cinese e di quella giapponese secondo la Fondazione Airc per la ricerca contro il cancro. La prevenzione parte anche dalla tavola!

Cucina, Orientale


La cucina cinese e quella giapponese sono tra le più apprezzate cucine etniche nel nostro Paese. Sia l’una che l’altra presentano punti di forza e di debolezza per quanto riguarda l’aspetto della salute.

Lo spiega in alcuni approfondimenti sul proprio profilo social la Fondazione Airc per la ricerca sul cancro. Ecco alcuni interessanti spunti.

Cucina giapponese: ingredienti freschi, tanto pesce e cotture brevi

Sushi,

Ingredienti freschi e cotture brevi e poco elaborate, che conservano intatte le proprietà nutritive degli elementi.

Sono i principali punti di forza della cucina giapponese, nella quale si utilizza molto il pesce, principale fonte di proteine di origine animale, ricco di acidi grassi Omega-3. Questi ultimi sono importanti per lo sviluppo cognitivo e per la funzione cardiaca.


Leggi anche: Aurora Ramazzotti coraggiosa: mostra i brufoli e tutti i suoi difetti

Cucina cinese: soia, carni bianche, riso e verdure

Cucina, Cinese

L’utilizzo della soia, che grazie alla capacità di “emulare” gli effetti degli estrogeni, ormoni sessuali femminili sui recettori cellulari, ha un possibile effetto protettivo sui tumori che dipendono dagli ormoni, è invece il punto di forza della cucina cinese, insieme a ingredienti come carni bianche, maiale, pesce, riso e verdure.

La Cina è un continente a sé e ci sono grandi differenze tra un territorio e l’altro. Quella che da noi comunemente identifichiamo come “cucina cinese” è in realtà tipica del Sud del Paese. Tendenzialmente sono utilizzate cotture molto rapide per non compromettere colore e sapore originali di ogni cibo, il che è positivo.

Occhio alla salsa di soia e alle troppe fritture

Involtini, Primavera

In entrambi i regimi alimentari, tuttavia, ci sono degli aspetti di cui tenere conto.

La soia rappresenta un possibile punto di debolezza nella sua versione in salsa, a causa dell’eccessiva presenza di sale, a cui viene associato un gran numero di tumori all’apparato digerente che colpisce queste popolazioni. Va ricordato, comunque, che in commercio esistono versioni a ridotto contenuto di tale sostanza.

Per quanto riguarda invece le fritture, presenti in tutte e due le tradizioni gastronomiche, ma soprattutto in quella cinese, secondo Airc occorre tenere presente che, se troppo frequente come metodo di cottura, può essere dannoso per l’organismo.

Commenti: Vedi tutto