Miele: caratteristiche, proprietà, benefici rispetto allo zucchero

Arianna Preciballe
Esperta di: Gossip, Moda e Design

Miele e zucchero hanno le stesse proprietà dolcificanti ma sono alimenti diversi in termini di proprietà nutritive. Scopriamo allora insieme la differenza fra i due cibi e perché sarebbe meglio preferire il primo…

Perche’ preferire il miele allo zucchero

La sostanziale differenza tra il miele e lo zucchero non è nella proprietà dolcificante, che possiamo considerare quasi uguale. Entrambi i casi mostrano infatti di riuscire a rendere perfettamente dolce un caffè oppure una tisana; ma il segreto è racchiuso piuttosto nel valore nutritivo.

Pari a zero nel caso dello zucchero, che non aggiunge affatto proprietà nutrienti ma piuttosto calorie extra, il miele si presenta invece come alimento ricco anche di proprietà benefiche per il nostro organismo e già questo dovrebbe bastare a vincere un’ipotetica gara in termini di preferenza tra i due.

Analizzando più da vicino il miele infatti noterete che oltre ad avere un alto potere dolcificante, possiede lo stesso apporto calorico dello zucchero ma a pari quantità offre rispetto allo stesso maggiori vantaggi in termini di vitamine e Sali minerali.

Miele: meglio dello zucchero?

Perche’ preferire il miele allo zucchero

Il miele si presenta come alimento ricco di vitamine, in particolare quelle appartenenti al gruppo B come la B1, B2, B6 ma anche acido folico e vitamina C mentre la presenza di minerali come potassio, magnesio, calcio, fosforo, zinco e selenio porta notevoli benefici all’attività neuromuscolare favorendo migliori prestazioni.

Se tutto ciò non dovesse bastare, inoltre, va sottolineata anche la presenza di altri due componenti importanti, fenolici e flavonoidi , ottimi come antiossidanti naturali, antisettiche ed antimicrobiotiche che favoriscono così la difesa contro le infezioni e problemi all’apparato respiratorio.

Insomma, possiamo dunque affermare che è vero che si presenta comunque come alimento calorico, per cui è sempre consigliato l’uso moderato, ma dobbiamo riconoscergli che a parità di calorie in una comparazione con lo zucchero vince su molti aspetti poiché è decisamente più dolce (infatti ne occorre meno per quanto riguarda le quantità) ed è più ricco di elementi nutritivi… chiedere più di così proprio non si può!