Calendario dell’avvento: storia per bambini

calendario avvento originale

Ecco che il Natale si avvicina a grandi passi ,ma prima dell’arrivo di Babbo Natale a farci contare il tempo che manca,ci pensa il calendario dell’avvento.

Usanza della Germania sposata da diversi paesi nord europei e da qualche anno anche da noi.Uno dei momenti pre-natalizi più amati da grandi e piccini.
Ma conoscete miei cari la storia del calendario dell’avvento?
Ora ve la narrerò spero possa commuovervi come é successo a me.

Storia del calendario dell’avvento

sacchetti calendario avvento

Era il mese di novembre di fine Ottocento ed il piccolo Gerhard chiedeva ogni mattina alla sua mamma quanto tempo mancasse all’arrivo del Natale.


Leggi anche: Ferragnez: albero di Natale pazzesco e Leone parla con Babbo Natale

Ma Gerhard era talmente piccolo che la mamma non riusciva a fargli comprendere il passare del tempo, come iniziavano e finivano i giorni, quanto era ancora distante il Natale.

I regali del calendario dell’avvento

Quindi ogni mattina Gerhard, che non mollava, domandava con insistenza alla sua mamma “É oggi Natale? “. Quando arrivò il primo dicembre però ci fu una svolta. La mamma ebbe un’idea geniale e chiamò il piccolo Gerhard dicendogli: “Ho preparato per te 24 biscotti speziati,uno per ogni giorno dell’Avvento. Potrai mangiarne uno ogni mattino e quando i biscotti saranno finiti, allora vorrà dire che è arrivato Natale.”

Il piccolo Gerhard divenne un uomo ed una mattina passando davanti ad una pasticceria addobbata per il Natale e vedendo dei biscotti esposti , ripensò alla sua mamma e ai suoi 24 biscotti speziati.

Quando nasce il calendario dell’avvento?

regali calendario avvento

Fu così che nel dicembre del 1920 nacque il primo calendario dell’avvento in aiuto a tutte quelle mamme che non riuscivano a far capire ai loro tesori quanto mancava al Natale. Ebbe subito un grande successo prima in Germania poi in Svezia e per finire in tutta Europa.

Spero miei cari,che vorrete raccontare questa storia ai vostri bambini raccontando di quel bimbo che in un tempo lontano ,in attesa del Natale , ha ricevuto dalla sua mamma la tradizione di “sgranocchiare” ogni giorno un biscotto.
Non dimenticate inoltre che questa fiaba nata da una mente incantata oltre ad essere un fantastico racconto é la vera storia di Gerhard Lang .


Potrebbe interessarti: Daydreamer: il calendario poster di Can Yaman

A bientot

Foto calendario avvento