Svezzamento: che cos’è, quando e come iniziarlo

Cristina Damante
  • Laureata in Scienze della Comunicazione

Dal sesto mese di vita in poi, il latte smette di essere alimento esclusivo nella dieta dei bambini. Ecco come impostare il momento molto importante dello svezzamento e come continuarlo con i consigli degli specialisti della Fondazione Umberto Veronesi. 

training-aids1

Un momento molto importante nella vita del bambino è rappresentato dallo svezzamento.

Lo svezzamento non inizia prima del sesto mese: durante questo periodo il piccolo inizia a conoscere un’alimentazione diversa da quella esclusivamente lattea, a sperimentare l’incontro con nuove consistenze e sapori.

Ecco i consigli degli esperti della Fondazione Umberto Veronesi.

Alimentazione del bambino dai 6 agli 8 mesi

early+weaning+blog+2

Per educare il bambino ai 4 pasti, scansione che lo accompagnerà per molti anni, la mamma, fin dall’introduzione della prima pappa solida, dovrebbe abituare il bambino a questo ritmo, proponendo ogni giorno, e possibilmente allo stesso orario, colazione, pranzo, merenda e cena.

Ore 7-8: latte materno o di proseguimento;

Ore 12: brodo e passato di verdure con semolino di grano o crema di cereali misti all’inizio, poi pastina o chicchi di riso per bambini;

Ore 16: latte materno o di proseguimento con biscotti o yogurt o frutta grattugiata/omogeneizzata;

Ore 20: Brodo e passato di verdure con semolino in grano o crema di cereali misti o pastina, formaggi freschi o Parmigiano, un cucchiaino di olio di oliva extravergine, frutta grattugiata/omogeneizzata.

Cosa dargli da mangiare dagli 8 ai 12 mesi
fcd9748cfec5f411f652d06165fa5b9d9722474b

Si tratta di una fase di assestamento alimentare molto importante per il bambino. Se mangia volentieri si può provare a suddividere il pasto in diverse portate: es. pastina, purea di verdura con pesce e frutta.

In caso contrario si può optare per il piatto unico per un tempo più lungo.

Intorno agli 8 mesi si possono introdurre il tuorlo d’uovo cotto e il pomodoro.

Con la pastasciutta il bimbo si abitua ai primi piatti “da grande”. Si può condire con olio extravergine di oliva e parmigiano oppure con ragù di carne bianca o pesce freschi o omogeneizzati.

Dal decimo mese si può iniziare a proporre la carne triturata grossolanamente. Iniziano i contorni con puree di verdure e patate.

(Fonte: La salute in tavola. I consigli alimentari della Fondazione Umberto Veronesi. Speciale svezzamento e prima infanzia)