Matrimonio: come scegliere l’abito da cocktail per le invitate

Giulia Marinangeli
  • Diplomata in scuola di traduzione

La sua lunghezza può variare, così come anche il taglio, il colore e il livello di formalità: si tratta dell’abito da cocktail, grande classico che dagli anni cinquanta in poi è entrato a gamba tesa nei guardaroba di moltissime donne. Variato nel tempo, seguendo mode e costumi dei vari decenni, l’abito da cocktail può rivelarsi un grande alleato per le invitate alle nozze.

11:45 – Matrimonio: l’abito da cocktail per le invitate

L’abito da cocktail è un grande classico del guardaroba femminile che nel corso del tempo è rimasto ancora un passepartout per moltissime occasioni, formali e semi-formali.

Nel caso del matrimonio, l’abito da cocktail per le invitate, malgrado il nome, è ormai stato sdoganato per qualsiasi fascia oraria si celebrino le nozze, e soprattutto, può rivelarsi una soluzione infallibile per non commettere scivoloni nella scelta della mise.

Ecco alcune regole e alcuni consigli su come scegliere il perfetto abito da cocktail in caso di invito ad un matrimonio.

Com’è fatto un abito da cocktail?

L’abito da cocktail ha avuto il suo periodo d’oro negli anni cinquanta, ma nel corso dei decenni, è rimasto un capo must have che, malgrado le modifiche del tempo e il susseguirsi delle varie tendenze, non è mai tramontato.

Può avere diversi tagli e seguire molteplici stili l’abito da cocktail: non c’è una regola fissa su quali debbano essere i materiali, i tagli e i colori di questo capo, ma è soprattutto la lunghezza e le occasioni in cui è richiesto questo modello a definirlo.

La lunghezza dell’abito da cocktail può passare da un orlo appena sopra il ginocchio, ad una lunghezza che sovrasta di pochi centimetri la caviglia. In poche parole, può sia essere un mini dress, che un midi dress.

Il suo nome richiama la fascia oraria in cui un tempo era richiesto di indossare questo genere di abito: dopo il tramonto, all’ora del cocktail, appunto, e nelle occasioni semi-formali.

L’abito da cocktail per le invitate ai matrimoni

Insomma: l’abito da cocktail è in realtà una soluzione estremamente trasversale che può incontrare moltissimi gusti.

In caso di invito ad un matrimonio, l’abito da cocktail può rivelarsi un perfetto alleato: in mancanza di particolari indicazioni sulla tipologia di ricevimento o di eventuale dress code, un abito da cocktail dal taglio longuette, senza ombra di dubbio non potrà farvi sbagliare e si rivelerà in ogni caso una scelta azzeccata.