Orzo proprietà

Quali sono le proprietà benefiche dell’orzo e del malto, le calorie ed i valori nutrizionali? Quali controindicazioni ha l’orzo ed il malto? L’orzo contiene glutine?

orzo

Proprietà dell’orzo

L’orzo, una pianta erbacea appartenente alle graminacee, conosciuta ed impiegata già nell’antichità per via delle sue molteplici proprietà benefiche.

L’orzo, molto ricco di silicio (utile al cervello ed al sistema nervoso), è un alimento adatto all’alimentazione di ogni fascia d’età (dai bambini agli anziani).

Questo cereale apporta all’organismo una buona dose di fosforo, potassio, magnesio, ferro, calcio, vitamina PP e vitamina E.

Molto facile da digerire, è altamente energetico e facilita la concentrazione e l’attività cerebrale.

orzo

Le proprietà di questo cereale sono le seguenti:

  • proprietà antinfiammanti e rinfrescanti per tutto l’apparato digerente, l’apparato respiratorio e le vie urinarie;
  • conferisce sollievo a chi soffre di colon irritabile (colite), di flatulenza, borbottii e fenomeni fermentativi;
  • proprietà lassative: è un ottimo alimento per combattere la stitichezza;
  • proprietà rimineralizzanti: migliora e porta in equilibrio il sistema nervoso e la memoria, contrastando i problemi cardiovascolari;
  • contrasta la gastrite, il reflusso gastrico;
  • ha proprietà emollienti;
  • rinforza il sistema immunitario nel suo complesso, da equilibrio a tutto l’organismo, svolge un’azione carminativa sulla gola;
  • stimola la circolazione periferica;
  • è rimineralizzante delle ossa, perchè ricchissimo di fosforo.


Leggi anche: Frutta esotica

Insomma questo cereale è un alimento fondamentale nell’alimentazione umana.

Benefici dell’orzo in gravidanza

L’orzo è un cereale che ha proprietà galattogena, ossia stimola la produzione di latte materno

Rimedi naturali a base di orzo

DECOTTO D’ORZO

orzo

Preparazione: procurarsi 40-50 semi d’orzo e versarli in un pentolino dove precedentemente avrete messo 1 litro e mezzo di acqua.

Portare ad ebollizione e far cuocere per 30 minuti, finchè i chicchi d’orzo sono ben gonfi. Lasciare macerare e solo quando il decotto si è raffreddato, filtrare.

E’ consigliato bere dalle 3 alle 5 tazze al giorno, addolcendo con miele.

Il decotto ha azione emolliente ed antinfiammatoria, lassativa, digestiva, rimineralizzante e ricostituente.

COLAZIONE CON L’ORZO PER PARTIRE ALLA GRANDE

ceffè d'orzo

Esistono in commercio varie soluzioni per poter consumare l’orzo la mattina: dal caffè d’orzo da preparare con la moka, all’orzo solubile già pronto (da aggiungere solo all’acqua o al latte).

Vero è che prendere l’abitudine di fare colazione con l’orzo equivale a fornire all’organismo una gran bella dose di energia e concentrazione, utile per chi studia o lavora fuori tutta la giornata.

campo-orzo

Calorie dell’orzo e del caffè d’orzo

Se pur l’orzo in grani apporti circa 350 Calorie per 100 g, si ricordi che il caffè d’orzo, o l’orzo solubile non apportano alcuna caloria se non quelle proprie dello zucchero aggiunto per dolcificare la bevanda.

Valori nutrizionali

100 g di Orzo perlato apportano circa 319 Calorie, 1,15 g di Grassi, 77 g di Carboidrati, 8,9 g di proteine, 10 g di acqua e 0 Colesterolo.


Potrebbe interessarti: Cereali: proprietà

Caffè d’orzo e caffeina

Il caffè d’orzo è un surrogato, prodotto da orzo tostato e non contiene caffeina.

infuso-orzo

Infuso d’orzo

L’infuso d’orzo detto anche Tisana di Ippocrate o mugicha in Giappone, è una bevanda che si ottiene per l’appunto dall’infusione dell’orzo ed è più vicina al tè che al caffè.

orzo

Controindicazioni dell’Orzo

L’orzo è un cereale che contiene glutine, quindi non è un alimento indicato per i celiaci.

Alcuni soggetti sono allergici ai cereali e quindi potrebbero essere intolleranti ed allergici anche all’orzo.

Se consumato in dosi eccessive, la presenza di ordeina, potrebbe fare insorgere nei soggetti affetti da ipertensione o anemia,  tachicardia e nervosismo, mentre l’alta presenza di fibre potrebbe indurre diarrea e meteorismo.

Può avere invece effetti astringenti, quando usato con moderazione.

Tipi di orzo

Esistono varie tipologie di orzo, distinte soprattutto per i processi di lavorazione che subisce l’orzo:

foto-orzo-hd

Orzo Verde o Orzo selvatico

E’ un orzo di colore verde ricco di vitamine e sali minerali che viene polverizzato per essere utilizzato come tè solubile per prima colazione o come bevanda o caffè che però non contiene caffeina.

Orzo maltato o germogliato

E’ il tipico orzo che viene utilizzato per la fermentazione e produzione di birra e whisky, e viene ottenuto con un processo naturale di germinazione che esalta tutte le proprietà biologiche dell’orzo.

Orzo integrale

E’ un orzo che mantiene tutte le proprietà nutritive, non subendo alcun tipo di lavorazione. Per l’uso va messo in ammollo per un giorno intero prima di cuocerlo, usando la stessa acqua del bagno.

Orzo perlato

E’ un orzo povero di proprietà che vengono perse durante la lavorazione di brillatura, riducendo il chicco essenzialmente a endosperma amilaceo. In cucina: non ha bisogno di ammollo e va cotto per circa 40 minuti.

Orzo decorticato

Questa tipologia di cereale viene privato della corteccia che però contiene molte proprietà che quindi vengono perse all’atto della lavorazione. Può essere consumato sia dopo un ammollo di circa 2/3 ore con cottura di circa 1 ora, o si può cuocere direttamente per circa due ore.

malto-d-orzo

Malto d’orzo

Il malto d’orzo è un dolcificante derivante dalla fermentazione dell’orzo. Infatti contiene maltosio. In pratica i chicchi di orzo vengono fatti macerare in appositi recipienti con acqua, che viene assorbita portando i chicchi a gonfiarsi.

Può essere usato come zucchero per la prima colazione.

L’apporto calorico è di circa 300 Calorie per 100 g, mentre l’apporto nutrizionale è di 71 g di carboidrati, 6 g di proteine, 0 g di grassi e colesterolo, 21 g di acqua.

Cose da sapere sull’orzo e curiosità

In inglese orzo di dice barley

Ricette con orzo

Zuppa di riso, farro, orzo e lenticchie

Massimiliano Grimaldi
  • Laurea in Scienze della Comunicazione
  • Master in Media Relations presso la Business School del Sole 24 Ore di Milano
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Lazio, elenco Professionisti (08-03-2005)
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter