Peperoncino proprietà


Le proprietà benefiche del peperoncino, le calorie e le controindicazioni

peperoncino


Il peperoncino è un frutto piccante dalle notevoli proprietà benefiche.

Conosciuto ed utilizzato sin da tempi antichi, il peperoncino è presente nella dieta di molte popolazioni per via delle sue proprietà organolettiche e proprietà benefiche.

Proprietà Benefiche del Peperoncino

peperoncino-proprietà

Elenchiamo qui di seguito le proprietà del peperoncino.

CARDIOPROTETTIVO. Il peperoncino è in grado di migliorare la circolazione, avendo proprietà di vasodilatatore. Inoltre, grazie alla presenza abbondante di lecitina, un acido grasso insaturo contenuto proprio nei semini, rafforza le coronarie e dona maggiore elasticità alle arterie.

ANTICOLESTEROLO. Il peperoncino mantiene sotto controllo i lipidi plasmatici (grassi e colesterolo) stimolando la creazione di acidi biliari che eliminano il colesterolo. Assumere peperoncino durante i pasti accresce il dispendio energetico a carico dei grassi.


Leggi anche: Spaghetti aglio olio e peperoncino

CONCENTRATO DI VITAMINE.  I peperoncini sono ricchi di vitamina C, ma anche di vitamine A, B2, E, PP, K2, oltre a rame, potassio, acidi grassi, lecitina, pectina e altri sali minerali.

ALLEATO DELLA PRESSIONE. Sia che sia alta che bassa, il peperoncino riesce a regolare la pressione sanguigna, essendo un vasodilatatore e grazie alla vitamina PP che accelera la circolazione.

peperoncino-proprietà-benefiche

ARMA CONTRO L’ARTERIOSCLEROSI.  Dal momento che il peperoncino migliora l’elasticità delle arterie e la resistenza all’ossidazione delle lipoproteine LDL è una potente arma contro l’arteriosclerosi.

STIMOLANTE DEI SUCCHI GASTRICI. Utile l’assunzione di peperoncino per chi soffre di cattiva digestione, in quanto stimola la produzione di succhi gastrici. Inoltre aiuta a mantenere l’intestino pulito evitando la formazione di ristagno e putrefazione di sostanze al suo interno. Queste virtù sono dovute principalmente alla capsaicina, in grado di aumentare la secrezione di muco e di succhi gastrici.

STIMOLANTE DELLE TERMINAZIONI NERVOSE. Il peperoncino è stimolante delle terminazioni nervose e può essere d’aiuto in caso di reumatismi e artrosi. Viene utilizzato per massaggiare, insieme a creme o argilla calda.

ANTI CANCRO. Da recenti studi è emerso che questa spezia è di aiuto nella prevenzione dalle malattie cronico degenerative come il cancro. Infatti si è osservato che nei paesi dove se ne fa più uso i casi accertati di cancro sono in numero molto minore. Questo perché il peperoncino ha effetti importanti sull’ossigenazione delle cellule e ha un ricco contenuto di antiossidanti che prevengono la formazione di radicali liberi.

AFRODISIACO. Grazie alla la vitamina E, la cosidetta vitamina della fecondità e della potenza sessuale, l peperoncino ha proprietà afrodisiache e migliora la libido.

ANTIBATTERICO. Quattro composti del peperoncino, tra cui i flavonoidi e i capsaicinoidi, hanno un effetto antibatterico, cosicché cibi cotti col peperoncino possano essere conservati relativamente a lungo.

ANTISTAMINICO.  Da recenti studi è emerso che il peperoncino svolge un’azione antistaminica e potrebbe essere usato per curare l’allergia e l’asma.

ANTIDEPRESSIVO. Per la medicina cinese e la medicina ayurvedica il peperoncino è un ottimo antidepressivo, questo perché entrambe le antiche tradizioni attribuiscono al peperoncino un’azione rigenerante sul sangue.

Peperoncino Controindicazioni

peperoncino-2

La capsaicina presente nel peperoncino ha proprietà irritanti, quindi, è bene evitare il contatto con gli occhi o con le ferite.

Il suo consumo è sconsigliato alle persone che soffrono di patologie come ulcera, gastroenterite, emorroidi, epatite e cistite, ai bambini di età inferiore ai 12 anni, perché hanno un apparato digerente delicato, ed alle donne in gravidanza o in allattamento.

Il peperoncino dev’essere consumato con moderazione in quanto, alcuni studi, hanno dimostrato che, se consumato in grandi quantità, può provocare il cancro allo stomaco, alla prostata ed al fegato.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta